Vitamina D: quando e come utilizzarla

Farmacia Castelletti

Sempre più medici consigliano di assimilare Vitamina D per rafforzare il proprio sistema immunitario e proteggere le ossa. Questa singolare vitamina può essere assorbita anche dai raggi solari, ma come poterne compensare la mancanza in inverno? Nelle prossime righe analizzeremo più nel dettaglio cos'è la Vitamina D e ti consiglieremo quando e come assumerla anche nelle stagioni fredde.

Vitamina D: cos'è

Da un punto di vista chimico la Vitamina D non è altro che un vero e proprio ormone sintetizzato dalla cute per effetto dei raggi solari, o più nello specifico dalle radiazioni UV-B e B. Essa viene denominata la vitamina del sole proprio perché con un'esposizione di pochi minuti può garantire un'adeguata quantità all'intero metabolismo. La Vitamina D risulta una risorsa essenziale per prevenire problematiche come l'osteoporosi o l'artrite.

Le sue funzioni però non sono limitate all'azione sulle ossa, ma si estendono anche ad altre aree del corpo. Una mancanza di questa vitamina può causare problemi agli organi e in alcuni casi indurre a malattie come Alzheimer, asma e diabete.

I vantaggi nell'assumere Vitamina D

Ti starai chiedendo quali siano i benefici nell'assumere Vitamina D o quantomeno cosa possa succedere nel caso in cui il tuo corpo ne avesse troppo poca. Vediamo quali sono le risposte degli studi scientifici a questa domanda.

Prevenire i tumori: l'assunzione costante di Vitamina D consente di prevenire e in molti casi rallentare lo svilupparsi di una forma tumorale. Tale ormone, infatti, permette di frenare la crescita delle cellule e ne favorisce la morte programmata.

Resistenza delle ossa: ovviamente la funzione cardine di questa vitamina resta quella di rafforzare le ossa e renderle più resistenti e longeve, prevenendo tutte quelle problematiche legate alla loro rottura improvvisa oppure ai dolori articolari.

Il sole: uno dei benefici più rilevanti risiede nella possibilità di "assorbire" la Vitamina D direttamente dal sole, attraverso un'esposizione di pochissimi minuti.

Vitamina D: come e quando assumerla

Escludendo l'assorbimento diretto (di circa 10-15 minuti al giorno) dovuto dalla sintetizzazione sulla cute, è importante rilevare quelli che sono i metodi per la sua integrazione nel corpo, soprattutto nel periodo invernale.

Gli alimenti che contengono tale vitamina sono veramente pochi, di cui: pesce, olio di pesce, formaggi grassi e carni rosse. Tale limitazione induce all'acquisto di integratori dedicati con un'alta concentrazione di principio attivo. Se hai una carenza notevole di Vitamina D è molto importante equilibrare i valori attraverso degli integratori ideali alla tua condizione fisica.

Le aziende specializzate sono tantissime e puoi contare su diversi integratori naturali. I prodotti più acquistati sono principalmente a base di Colecalciferolo in olio, assimilabili direttamente per via orale; ma anche il Calcifediolo in capsule morbidi o in gocce è una soluzione intelligente se non ami il sapore intenso.

Ti consigliamo di assumerla in quantità non eccessive, e consulta il medico di fiducia per stabilire le proporzioni consone alla tua corporatura. Usualmente vengono impiegate circa 60-100 mila unità al mese, ma è importante frazionarle durante tutta la settimana.

Farmacia: l'acquisto intelligente

Come anticipato nelle righe precedenti, la Vitamina D è difficile da ingerire attraverso gli alimenti. L'utilizzo di integratori specifici può facilitare il processo di risoluzione, ma è essenziale affidarsi a professionisti che sappiano consigliarti il prodotto giusto. Consulta il farmacista di fiducia e acquista gli integratori di Vitamina D in farmacia per ottenere il miglior risultato possibile e una qualità sicuramente superiore.

Polaroid - Tecnologia Digitale quasi Invisibile

Nuovi Amplificatori acustici da 170€

Cosa portare in viaggio per le vacanze

Prodotti per la cura corpo e medicinali, per adulti e bambini